Vacanze estive nel Salento

vacanze in salento

Uno dei territori più affascinanti d’Italia è senza dubbio il Salento. Il cosiddetto tacco d’Italia incanta per la bellezze delle acque che bagna le sue coste, per l’alternarsi di rocce a picco sul mare e distese sabbiose, per l’ottima cucina condita di prodotti tipici locali, per le opere d’arte sparse nelle sue piccole cittadine, peri borghi dell’entroterra circondati da campi coltivati ad olive e uva, per l’accoglienza delle sue strutture ricettive.

Trascorrere una vacanza in Salento significa immergersi in un mondo lontano, quasi fermo nel tempo, dove la natura va a braccetto con l’uomo in una simbiosi che vuol dire rispetto. Ecco perché tutti dovrebbero passare qualche giorno in una delle sue cittadine e godere della meraviglia di questo straordinario territorio.

Per descrivere le bellezze del Salento non basterebbe un intero libro ma proveremo ugualmente a farlo dividendo il “Tacco d’Italia” in due zone, che coincidono con le sue due coste: quella adriatica e quella ionica. La prima inizia geograficamente da Lecce: il capoluogo di provincia dista circa 15 km dal mare ed è una città assolutamente da vedere. Chiamata anche la capitale del Barocco in Italia, presenta numerose attrazioni culturali come la meravigliosa Piazza Duomo con lo stesso, splendido, edificio religioso, la Colonna di Sant’Oronzo, il patrono della città, i resti dell’anfiteatro romano, e numerose chiese dove emerge l’arte barocca in tutta la sua bellezza.

Spostandosi sulla costa inizia la meraviglia del mare salentino: Roca Vecchia, Torre dell’Orso, San Foca e Sant’Andrea sono solo alcune delle incantevoli località balneari prese d’assalto dai turisti nei mesi estivi.

Proseguendo verso sud ci si imbatte nella splendida città di Otranto con una spiaggia piccola e graziosa ed il Castello che si specchia nelle acque cristalline. Intorno alla città si trovano la riserva naturali dei Laghi Alimini e la spiaggia Baia dei Turchi la più grande della costa adriatica. Dopo Otranto la costa diventa maggiormente frastagliata con prevalenza di rocce al di sotto delle quali, però, il mare è ancora più limpido.

Il fiordo del Ciolo, Marina di Novaglie ed altre piccole località sono la pace dei bagnanti disposti a raggiungere queste spiaggette e questi scogli più impervi pur di godere dello splendore del mare salentino. Ma ci sono anche Porto Badisco e Santa Cesarea Terme, assolutamente da vedere.

Non lontano si trova la città di Castro famosa per le sue grotte marine, testimonianze di un passato preistorico durante il quale l’uomo abitava queste terre. Le grotte meritano una visita così come bisogna tuffarsi nelle acque che bagnano questa piccola ed accogliente cittadina. Proseguendo verso sud, lungo la strada litoranea, si arriva a Santa Maria di Leuca, l’ultima città del Capo di Lueca e del Tacco d’Italia, il luogo dove, secondo la leggenda, il Mare Adriatico e lo Ionio si incontrano ed inevitabilmente si scontrano. Leuca è immersa nel verde ed è caratterizzata da splendide ville che risalgono all’’800, periodo nel quale i ricchi e benestanti pugliesi la scelsero per le vacanze.

E per organizzare le proprie vacanze in Salento, ci si può affidare ai viaggi con i tour operator oppure un normalissimo fai da te, secondo lo spirito on the road, tipico delle vacanze selvagge, come il territorio salentino.

Pubblicità

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*