La traduzione asseverata: cos’è ed a cosa serve

traduzioni asseverate

Quando si parla di traduzione asseverata, si fa riferimento a un particolare tipo di traduzione, che a volte viene chiamata anche traduzione giurata, che si rende necessaria per i documenti legali che devono essere prodotti presso un’istituzione o un ente specifico affinché possano conservare il proprio valore legale. L’asseverazione può essere effettuata di fronte a un notaio, di fronte a un giudice di pace o in tribunale: la si può richiedere direttamente a un’agenzia di traduzioni, che si occupa di tutte le pratiche garantendo un servizio a 360 gradi.

Una traduzione asseverata può rendersi necessaria per diversi documenti, come per esempio un certificato medico, l’attestazione di una spesa medica, una sentenza di un tribunale, un certificato penale, un atto giudiziario, un ricorso, un curriculum vitae, un attestato professionale, un atto societario, un libretto di circolazione di un veicolo, una patente di guida, il bilancio di una società, un certificato scolastico, un diploma di laurea, una pagella, un certificato di divorzio, un certificato di matrimonio, un’autocertificazione, la carta di identità o dichiarazioni ufficiali di vario genere. Una volta che il documento legale è stato tradotto, il professionista che si è occupato della traduzione è tenuto a prestare un giuramento con il quale dichiara di avere rispettato il contenuto originale e di non averlo alterato, traducendo senza vizi di forma, senza omissioni e senza secondi fini.

Tale giuramento deve essere sottoposto a una verbalizzazione su un documento particolare, che prende il nome di verbale di giuramento di traduzione, il quale va consegnato presso la cancelleria del tribunale di riferimento insieme con la traduzione e il documento tradotto. In tribunale vengono apposti tutti i timbri del caso, ma la traduzione asseverata assume un valore legale solo in seguito alla firma duplice del cancelliere e del traduttore. Va ricordato, poi, che c’è bisogno di una marca da bollo del valore di 16 euro ogni cento righe che compongono il plico.

Una traduzione asseverata, e quindi caratterizzata da un valore legale, è necessaria tutte le volte che uno studio associato di avvocatura, un’azienda o un cittadino privato hanno l’esigenza di presentare a un ente nazionale o internazionale un testo o un documento ufficiale. Basti pensare ai documenti testamentari, come gli atti giudiziari e gli atti notarili: rientrano in questa categoria gli atti ufficiali da richiedere nel momento in cui si cambia il domicilio o si cambia la residenza, ma anche quando viene trasferito un procedimento giudiziario. Anche la delega notarile, la procura e i bilanci fanno parte di questa documentazione giuridica ufficiale che ha bisogno di una traduzione asseverata se deve essere tradotta in un’altra lingua.

Tra gli altri casi, è opportuno menzionare il ricongiungimento con i familiari che risiedono all’estero: in questa circostanza, all’autorità estera è necessario presentare lo stato di famiglia, il certificato di matrimonio o di divorzio e il certificato di stato civile. Anche chi è in cerca di un lavoro in un Paese straniero o è stato assunto da un’azienda al di fuori dei nostri confini potrebbe aver bisogno di una traduzione asseverata: non solo per un eventuale curriculum, ma anche per la carta di identità, per il certificato medico, per il certificato di nascita, per il certificato di previdenza e per il certificato dei carichi penali pendenti.

Come si può intuire, quindi, la traduzione asseverata ha un valore legale vero e proprio, che le viene conferito dal procedimento legale che deriva dal giuramento: ecco perché una traduzione asseverata è differente da un’altra traduzione non ufficiale. In Italia, comunque, non è prevista la possibilità di giurare traduzioni che riguardano due lingue straniere. Ciò vuol dire che, per esempio, se si ha la necessità di asseverare una traduzione dallo spagnolo al tedesco, per prima cosa è indispensabile tradurre dallo spagnolo all’italiano, per poi tradurre dall’italiano al tedesco: ovviamente, ci sarà bisogno di due giuramenti. Certo, si tratta di procedure e lungaggini burocratiche non troppo invitanti: anche per questo motivo è preferibile rivolgersi a un’agenzia di traduzione specializzata in caso di necessità.

Pubblicità

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*