Cosa sono le opzioni binarie?

opzioni binarie

Oggi parliamo di uno strumento finanziario che negli ultimi tre anni è diventato molto popolare tra i moneymaker: le opzioni binarie. Sono chiamate in questo modo perché il trader può effettuare un investimento che prevede solo due potenziali soluzioni: il titolo scende o sale rispetto al prezzo corrente.

Non bisogna confonderle con le opzioni classiche, anche dette vanilla, dove invece l’investitore acquisisce il diritto di riscattare il suo investimento, pagando una certa cifra definita premio. In questo caso abbiamo le opzioni call, quando si presume che lo strumento tenderà a salire, mentre un’ opzione put presuppone un movimento ribassista nel corso del tempo. Alla scadenza dell’opzione si vedrà come è andato il mercato e se il prezzo si troverà in una situazione favorevole per il trader, questi eserciterà la sua opzione e il suo guadagno sarà il differenziale tra il prezzo di partenza (strike) e l’attuale quotazione.

È importante fare questa premessa, perché in questo modo capiamo come le opzioni classiche rappresentino una sorta di assicurazione per i grandi produttori. Ad esempio una grande azienda che produce bibite gassate può acquisire un’opzione call sullo zucchero, uno degli ingredienti principali per la preparazione del suo prodotto. In questo modo, se aumentassero i costi di produzione, potrà sempre esercitare l’opzione per colmare la situazione svantaggiosa.

Le opzioni binarie, invece, non trovano nessuno riscontro con l’economia reale. In primo luogo bisogna sapere che quando il broker ci offre la possibilità di tradare un tasso di cambio, non andremo nel mercato reale, ma tratteremo un CFD, un contratto per differenza, il cui valore dipende dall’andamento dell’attività sottostante. In parole povere, se un titolo reale sale, il broker market maker, si regolerà di conseguenza, aumentando il valore del CFD “ispirato” allo strumento in questione.

Questo può essere un problema, perché non essendoci un ente regolatorio che fissa il prezzo, il broker può fare quello che vuole, anche distaccandosi completamente dall’andamento del mercato.

Detto ciò, precisiamo che questa identica situazione può capitare anche con il broker Forex classico e infatti non sono rari i casi di lamentele di clienti inviperiti che hanno visto il loro trade in stop loss, non trovando poi riscontro con gli storici di altri provider.

Come funzionano le opzioni binarie

A grandi linee abbiamo già introdotto il concetto di opzioni binarie, ma elaboriamo meglio. Il trader si registra presso il broker, verifica il suo conto inviando i documenti d’identità e versa un capitale variabile a seconda della sua disponibilità e comincia a esaminare i grafici degli strumenti disponibili.

broker opzioni binarie

A seconda del broker utilizzato, le tipologie di opzioni binarie sono variabili, anche per differenziarsi dalla concorrenza, ma in linea di massima possiamo identificarne quattro.

  • Opzioni binarie classiche: Il trader sceglie l’asset dove investire, una scadenza, la direzionalità dello strumento finanziario e il capitale da rischiare. Allo scadere dell’opzione, se la previsione del trader si sarà rilevata esatta, questi vedrà accreditarsi una percentuale calcolata sul suo investimento. Percentuale che può andare dal 65% fino all’85%. Se invece il prezzo ha chiuso nell’altra direzione, il broker si aggiudicherà il totale della somma investita.
  • Opzioni binarie tocca non tocca: A mio giudizio è la tipologia di opzione più sicura, in quanto è sufficiente che il prezzo raggiunga la quotazione stabilita per assicurarsi il guadagno. Mentre nel caso di un opzione binaria classica, il prezzo può andare nella direzione giusta, ma deve anche rimanerci.
  • Opzioni binarie con intervallo: Con questo tipo di trade, l’investitore sceglie una fascia di prezzo entro il quale il prezzo si deve trovare alla scadenza della “scommessa”, il che gli da un certo margine di tolleranza nella sua previsione.

Quale broker scegliere

Innanzitutto bisogna evitare assolutamente tutte quelle aziende di brokeraggio che nascono dall’oggi al domani. Come abbiamo visto le opzioni binarie non sono assolutamente regolamentate e l’unico impedimento che ha il broker per truffare gli investitori è la sua volontà di rimanere sul mercato nel lungo periodo. Quindi scegliamo un broker rinomato, come possono essere 24Option o OptionWeb.

In particolare, consigliamo 24Option, azienda registrata nel 2010 che offre uno dei maggiori ritorni sugli investimenti, con rendimenti fino al 91%. 24Option è un brand conosciuto in tutto il mondo, con un sito web tradotto in 15 lingue e un’offerta completa con più di 100 strumenti finanziari tradabili.

Pubblicità

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*